Questo sito fa utilizzo di cookie. I cookie sono necessari alla navigazione nel sito e a molte funzioni ad essa legate. Puoi gestire tu stesso i cookie cliccando su MAGGIORI INFO. Questo sito fa anche utilizzo di un sistema di statistiche che reportizzano agli amministratori del sito in ogni momento le tue azioni nel sito. I report delle tue azioni restano in memoria per una settimana, Questo sito garantisce il tuo diritto all'oblio con la sezione GDPR nel menù qui in basso

La Cunnutta

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
La Cunnutta - foto di Marcella Ciraulo

La Cunnutta è un rito del paese in cui vivo ma è possibile trovarlo, con innumerevoli varianti, in tutti i paesi della Sicilia e del Sud in genere. Esso appartiene a quella schiera di riti collettivi in cui la religione sconfina di buon grado nella superstizione, che praticamemte dalle parti in cui vivo è la norma.

E' un momento di aggregazione, in cui la gente trova talvolta un'anima collettiva laddove manca nel privato.

Sullo sfondo di questo rito scocca una scintilla da due giovani. E' una scintilla d'amore, ma è un amore soffocato dalla gramigna delle convenzioni, un amore frutto esso stesso di quei meccanismi che scaturiscono dai riti collettivo, come fosse esso stesso un rito.

La Cunnutta racconta proprio di questi meccanismi, di questi automatismi tipici dei piccoli borghi, dei luoghi in cui la gente vive giorno per giorno e si riconosce, di quelle piccole ma radicate abitudini che allignano nell'individuo ancora in erba e da cui difficilmente si affrancherà in età matura.

Della speranza di affrancarsi da tali meccanismi, di erigersi ad artefici unii del proprio destino racconta, in fin dei conti, La Cunnutta.

Disponibile in formato .epub e .pdf.

 

 

e-max.it: your social media marketing partner
Back to Top